Ordine Assistenti Sociali Umbria
img

Revisione codice deontologico: al via la consultazione

Il Consiglio Nazionale degli Assistenti Sociali chiede a tutti i colleghi di essere protagonisti attivi del percorso di revisione del codice deontologico partecipando attivamente con il proprio contributo. 

Dalla news CNOAS del 5 luglio 2018:
"Le trasformazioni sociali, culturali ed economiche degli ultimi anni stanno impattando sulla nostra professione chiedendoci nuove competenze, nuove esperienze, nuove modalità di intervento professionale. Chiedendoci, soprattutto, di modulare in modo adeguato ai tempi i nuovi bisogni e le nuove priorità che una società in continua evoluzione richiede.

Di fronte a questa evoluzione è inevitabile si registri l’esigenza di una altrettanta evoluzione del nostro Codice Deontologico chiamato a normare azioni, fatti, comportamenti, bisogni, esigenze e quant’altro, che prima non si facevano parte della nostra quotidianità.

A distanza di quasi dieci anni dall'ultima stesura, non è più rinviabile il momento di mettere mano alle regole della nostra professione. E il modo migliore per farlo è realizzare un processo partecipato, articolato, trasparente.

Serve, dunque, coinvolgere in questa riflessione tutta la comunità professionale raccogliendo spunti, proposte, dubbi e perplessità e guidare gli assistenti sociali italiani verso la condivisione di un nuovo Codice Deontologico aggiornato ai tempi e realmente rappresentativo della nostra realtà professionale e sociale.

Il Consiglio nazionale chiede a tutti i colleghi di essere protagonisti attivi di questo percorso condiviso partecipando attivamente a questo processo di revisione.

Chiediamo a tutti i colleghi di far pervenire i rispettivi contributi entro il 31 dicembre, al seguente indirizzo mail nuovocodice@cnoas.it.

L'apporto che ognuno di noi può dare è molto importante. Sarà prezioso per mettere a punto le regole e i principi della professione per il prossimo futuro."

ULTIME 5 NEWS INSERITE

09-07-2018
Revisione codice deontologico: al via la consultazione

Il Consiglio Nazionale degli Assistenti Sociali chiede a tutti i colleghi di essere protagonisti attivi del percorso di revisione del codice deontologico partecipando attivamente con il proprio contributo. 

03-07-2018
Rei: Decreto di riparto del Fondo nazionale per la lotta alla povertà e all’inclusione sociale ed il Piano per gli interventi e i servizi sociali di contrasto alla povertà

Rei: emanato nei giorni scorsi il decreto di riparto del Fondo nazionale per la lotta alla povertà e all’inclusione sociale ed il Piano per gli interventi e i servizi sociali di contrasto alla povertà.

29-06-2018
Lavoro
BANDO DI MOBILITA' VOLONTARIA PER LA COPERTURA DI UN POSTO A TEMPO INDETERMINATO NELLA FIGURA DI IMPIEGATO AMMINISTRATIVO CATEGORIA B1

BANDO DI MOBILITA' VOLONTARIA PER LA COPERTURA DI UN POSTO A TEMPO INDETERMINATO NELLA FIGURA DI IMPIEGATO AMMINISTRATIVO CATEGORIA B1

22-06-2018
GDPR-ADEGUAMENTO REGOLAMENTO UE 679/2016

Regolamento UE 679/2016 per la privacy dei dati (GDPR – General Data Protection Regulation).
Con l’entrata in vigore del nuovo Regolamento UE 679/2016 (GDPR), relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati, l’Ordine degli Assistenti Sociali dell'Umbria  sta provvedendo ad aggiornare le modalità previste nei trattamenti al fine di garantire un maggior controllo dei dati trattati, di fornire una maggiore trasparenza agli interessati e di permettere agli interessati l’esercizio dei loro diritti.

22-06-2018
RICERCA CNOAS FONDAZIONE “LINEE GUIDA DI INDIRIZZO PER UN AGIRE PROFESSIONALE COMPETENTE NELLA TUTELA DEI MINORENNI”

Abbiamo aderito alla ricerca promossa dal Consiglio Nazione Ordine Assistenti Sociali, di concerto con la Fondazione Nazionale degli assistenti sociali guidata dal Responsabile Scientifico Dott.ssa Teresa Bertotti, avente l’obiettivo di una costruzione partecipata di “Linee guida di indirizzo per un agire professionale competente” utili alla qualificazione degli interventi professionali nell’area della tutela dei minorenni,
Si intendono definire i principali snodi critici e la qualità del lavoro degli assistenti sociali impegnati nella salvaguardia del benessere dei bambini e delle bambine. Gli esiti potranno fornire una base empirica a supporto delle prese di posizione istituzionali dell’Ordine Nazionale e Regionale, indicare quali sono gli strumenti più indicati a supporto di un agire professionale corretto e fornire alcune indicazioni su quali assetti e quali condizioni organizzative sostengono la qualità e il lavoro degli assistenti sociali.

accesso area riservata cnoas cnoas